Perché L’Anarchico??

Mi pare che tante persone siano curiose di conoscere il pensiero anarchico, si spera per riflettere e magari per cercare di capire di che cosa si tratta in pratica, senza dover per forza leggere testi teorici, a volte abbastanza ostici. Per questo motivo è stato creato questo spazio: per dare un aiutino non troppo dogmatico a chi volesse approfondire l’anarchia e il movimento anarchico/libertario.

Uno spazio su internet che si affianchi alla comunicazione verbale e scritta tradizionale e che, forse, riesca a superare le oggettive difficoltà che si affrontano quando si cerca il confronto su argomenti scomodi, in un contesto sociale ove l’approfondimento e la riflessione paiono relegati ad un ruolo marginale nella vita di molte persone. Senza contare che, anche quelli che dimostrano una sensibilità nei confronti dei problemi sociali, trovano sempre più difficoltà nel comunicare con gli altri nei modi tradizionali e, soprattutto, nel raggiungere una massa critica in grado di tradurre le riflessioni in azioni capaci di incisività nei confronti dell’universo ostile che ci circonda.

L’anarchico è quindi un blog che intende esporre al pubblico alcune riflessioni personali che consentano di conoscere alcuni aspetti del pensiero anarchico nella sua contemporaneità con un’attenzione alla declinazione pratica dell’ideale nel mondo di oggi e anche in prospettiva futura. Per quanto ovvio, sottolineo che esprimerò le mie posizioni personali senza voler in qualche modo rappresentare il movimento anarchico in alcuna delle sue variegate componenti anche se cercherò di fornire elementi utili di approfondimento in relazione al movimento anarchico sia storico che contemporaneo quando possibile.

6 Responses to Perché L’Anarchico??

  1. Lucio says:

    Complimenti per il blog, Ci voleva un blog Malatestiano, Punto fermo di riferimento.
    L’Anarchismo è il vero,unico pensiero per capire e vivere in una società libera.

    ” AAAAAA Offresi ” !!!!!!!!

    • lanarchico says:

      @Lucio: Grazie per i complimenti ma per fare un vero blog malatestiano ci vorrebbe l’originale. Qui ci si limita a fornire uno dei possibili punti di vista anarchici (ma non un punto fermo perché intorno tutto si muove e ci dobbiamo muovere pure noi) su quello che succede sperando che serva per passare dal pensiero all’azione…

  2. Sabotag says:

    Complimenti per il blog. Nonostante io sia più vicino al comunismo libertario di Cafiero, e stia facendo una personale ricerca ed evoluzione personale verso quello che chiamo “riformismo anarchico”, non posso che apprezzare il lavoro di chi cura questo blog. Bravi.

  3. Z Net Italy says:

    Visto il bel lavoro di documentazione che state facendo, se volete potete ripubblicare questo testo di Noam Chomsky sull’anarchismo, tradotto dal collettivo Z Net Italy

    http://znetitaly.altervista.org/art/2996

  4. Diego says:

    Finalmente.Ho scoperto stasera,merito di A rivista, questo sito e devo dire che mi “arrapa” molto,con la faccia di Malatesta e la bandiera nera,eh si io sono un nostalgico, e non mene vergogno, anche se guardo sempre all’evolversi del pensiero Anarchico ed alla sua contestualizzazione.Però pur nella sua continua metamorfosi evolutiva,e qui mi ripeto,non bisogna mai perdere,secondo me,la sua radice che ha permesso ad una cosi bella idea di passare indenne attraverso le magagne della storia
    ciAo Diego

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *